Che cosa sono gli idrolati e come si usano?

Conosciamo gli idrolati più da vicino: come si producono e come sfruttare al meglio le loro benefiche proprietà cosmetiche e lenitive.

Che cosa sono gli idrolati? 

Se ti appassiona la cosmesi naturale e vuoi prenderti cura del tuo corpo e della tua pelle con prodotti semplici, non chimici e delicati, gli idrolati, possono sicuramente essere una buona soluzione.

 

Cerchiamo dunque di capire insieme che cosa sono e come possiamo sfruttarne le molteplici proprietà.

Il termine idrolato deriva dal latino hydrolatum, composto di hydro e (destil)latum e significa quindi distillato di acqua. Gli idrolati infatti sono acque aromatiche o floreali, che costituiscono un derivato della distillazione in corrente di vapore degli oli essenziali, sono dunque prodotti naturali derivati da piante officinali fresche (non essiccate né polverizzate), che conservano intatte le loro proprietà benefiche e curative.

 

Nonostante, possano essere considerati un prodotto di scarto della distillazione degli oli essenziali, costituiscono invece dei veri e propri rimedi naturali che contengono le molecole idrosolubili presenti nella pianta o nel fiore distillato, ma essendo più leggeri e delicati, possono essere applicati o spruzzati anche puri direttamente sulla pelle, senza nessun problema.

 

Come si usano gli idrolati?

 

Le acque aromatiche possono essere usate singolarmente o miscelate fra loro per sfruttare le proprietà delle diverse piante e le loro sinergie.
Vediamo adesso quali possono essere sei modi per utilizzarli e prendendoci cura del nostro corpo in modo naturale.

 

1) tonico per il viso: dopo aver deterso bene il viso, versa l'acqua profumata su un batuffolo di cotone e picchietta con i polpastrelli per farla assorbire meglio, aiuterà la pelle a ristabilire il suo corretto Ph;

 

2) acqua profumata rinfrescante dopo la doccia, nebulizzando direttamente sulla pelle con uno spruzzino;

 

3) impacchi decongestionanti per occhi gonfi e stanchi: imbevi un batuffolo di ovatta e lascia in posa qualche minuto;

 

4) frizioni al cuoio capelluto, anche aggiunti allo shampoo, gli idrolati danno più vigore ai tuoi capelli, mantenendoli morbidi e lucenti;

 

5) Come lenitivo per calmare irritazioni, punture di insetti o scottature;

 

6) Autoproduzione: gli idrolati sono ottimi ingredienti per preparazioni fai-da-te di tonici, maschere di bellezza, impacchi per capelli, inserendoli nelle ricette al posto dell'acqua demineralizzata, per potenziare l'effetto del cosmetico.

 

L'unica avvertenza è quella di prediligere sempre idrolati biologici e conservarli al riparo dalla luce e dal calore, perché essendo prodotti puri e senza conservanti possono degradarsi facilmente.

 

Ultimi articoli del nostro blog