Tutte le proprietà del burro di karité per il benessere di pelle e capelli

Burro di karité: antirughe, idratante, lenitivo. Ecco tutte i benefici di questo fantastico rimedio e cosmetico naturale

 

Il burro di karité è una sostanza grassa che viene estratta dai semi dell'albero del karité, una pianta ad alto fusto originaria dell'Africa Centrale chiamata Vitellaria Paradoxa o Butyrospermum parkii. Ogni anno da metà giugno a metà settembre vengono raccolti i frutti del karité dai quali vengono estratti i semi, che vengono poi sottoposti a lavorazione per ottenere una sostanza burrosa commestibile che nella tradizione africana viene utilizzata non solo come cosmetico ma anche come condimento.

 

Composizione del burro di karitè

 

Il burro di karité è efficace perché composto da molte sostanze che lo rendono un ottimo cosmetico naturale:

 

- una miscela ricca di acidi grassi benefici fra i quali troviamo l'acido oleico, l'acido stearico, l'acido palmitico e l'acido linoleico;

  

- Vitamina A ed E che hanno azione antiossidante

 

Questa composizione gli conferisce proprietà emollienti, idratanti, rigeneranti e antiossidanti e per questo viene usato tradizionalmente dalle donne africane per la cura della pelle, tanto che l'albero del karité viene chiamato proprio "albero della salute e giovinezza".

 

Proprietà e usi del burro di karité

 

Grazie a queste proprietà benefiche, il burro di karité può essere cosiderato non solo un cosmetico, ma un vero e proprio rimedio naturale per la pelle e per i capelli.

 

1. Nutre e idrata la pelle secca

 

Il burro di karitè è un ottimo idratante per viso e corpo. La pelle disidratata e secca diventa ruvida e squamosa, specie in alcune aree del corpo come mani, gomiti, ginocchia e talloni, dove si possono addirittura formare delle piccole crepe.
Le sostanze nutritive presenti nel burro di karité penetrano facilmente nella pelle nutrendola e ripristinando elasticità e morbidezza.

 

benefici del burro di karité

 

2. Anti-aging

 

Essendo un ottimo nutriente e idratante, il burro di karité aiuta a prevenire rughe e segni del tempo sulla nostra pelle, mantenendola giovane e morbida. Come riportato  sull'American Journal of Life Sciences, uno studio clinico che ha coinvolto 30 volontari ha dimostrato che il burro di karité può essere un efficace antirughe. In un altro studio clinico, 49 volontari hanno utilizzato il burro di karité due volte al giorno dimostrando che se usato regolarmente può prevenire il fotoinvecchiamento e ridurre le rughe.

 

Le vitamine A ed E presenti in questo burro infatti mantengono la pelle elastica, nutrita e luminosa. Le sue proprietà anti-invecchiamento possono anche essere attribuite alla sua capacità di aumentare la circolazione della pelle e promuovere il rinnovamento cellulare rigenerando l'epidermide. 

 

3. Allevia l'irritazione della pelle provocata da sole, vento e freddo

 

Il burro di karité difende la pelle dagli agenti atmosferici, creando su di essa un film lipidico che funge da vero e proprio scudo protettivo, senza però occludere i pori.

 

Fornisce un blando schermo contro le radiazioni ultraviolette del sole grazie alla presenza di acido cinnamico, composto che fornisce protezione dai raggi UV e il cui SPF varia tra 6 e 10 a seconda della qualità del burro. Si sconsiglia però di utilizzarlo da solo come crema solare poiché il suo fattore di protezione è comunque considerato troppo basso. Meglio utilizzarlo come balsamo doposole per lenire la pelle e anche invertire il danno ossidativo causato dal sole grazie alle sue proprietà antiossidanti.

Ottimo come schermo contro vento e freddo durante i mesi invernali, la sua azione schermante è efficace anche per chi vive nelle grandi città contro smog e inquinamento.

 

burro di karité doposole

 
4. Cura delle labbra

 

La sua azione protettiva è eccellente anche per la cura delle labbra, al posto del burro di cacao. Si assorbe facilmente e fornisce idratazione e nutrienti di cui le labbra hanno bisogno specialmente durante l'inverno. Agisce dunque come un vero e proprio balsamo per le labbra secche e screpolate e forma una barriera protettiva efficace contro il vento e il freddo.

 

5. Previene le smagliature

 

Le smagliature sono segni che compaiono sulla pelle quando si estende oltre la sua capacità, per esempio in gravidanza oppure a causa di un aumento o perdita di peso.
L'applicazione del burro di karité può ripristinare l'elasticità naturale della pelle stimolando la produzione di collagene. Il massaggio quotidiano della zona interessata con questo burro curativo può inoltre contribuire ad attenuare le smagliature già esistenti.

 

E' consigliato in particolare in gravidanza, per aiutare la pelle a distendersi senza subire danni evitando in questo modo l'uso di creme industriali che possono contenere ingredienti tossici sia per la mamma che per il bambino.

  

6. Idratante e lenitivo per la pelle dei bambini

 

Il burro di karité è privo di sostanze chimiche dannose e per questo, è consigliato per la cura della pelle delicata e sensibile dei bambini.

Idratare bene la pelle è particolarmente importante dopo il bagno, in quanto i detergenti spesso rimuovono alcuni dei suoi strati esterni naturalmente protettivi. Il burro di karité con la sua azione nutriente e rigenerante, contribuisce a ripristinare questa barriera esterna che rende la pelle più forte e sana. Per una maggiore efficacia può essere anche miscelato ad altri oli vegetali, come ad esempio l'olio di cocco.

 

Il burro di karitè può anche essere usato come crema lenitiva e dermatologica da pannolino perché contiene composti antibatterici, anti-infiammatori e cicatrizzanti naturali che aiutano a lenire le irritazioni cutanee provocate dall'uso del pannolino.

 

burro di karitè per irritazioni da pannolino

 

7. Cicatrizzante e antiinfiammatorio

 

Molto utile dopo la depilazione per lenire l'irritazione della pelle e stimolare la cicatrizzazione dei piccoli taglietti o graffi provocati dalla lametta, perfetto anche per gli uomini per nutrire la pelle del viso dopo la rasatura.

 

8. Punture d'insetto

Le sue proprietà lenitive e antiinfiammatorie, lo rendono un ottimo rimedio in caso di  punture di insetti, donando sollievo alla pelle irritata e infiammata.

 
9. Protegge i capelli da stress e trattamenti aggressivi

 

Alcuni trattamenti come piastra e permanenti possono danneggiare i capelli eliminando la loro idratazione naturale. Il burro di karitè può aiutare a rigenerarli donando loro vigore e lucentezza.

Una volta assorbito, il burro di karitè ricopre il fusto del capello creando una barriera protettiva invisibile, proteggendo la nostra chioma da condizioni atmosferiche avverse e dai radicali liberi dannosi. Come spiegato in precedenza, il suo SPF è basso, ma è sufficiente a difendere i capelli dai danni causati dai raggi UV.
E' utile anche contro il sale e il cloro se applicato prima di un bagno al mare o in piscina.

 

10. Efficace balsamo naturale

 
La presenza di vitamine A ed E rende il burro di karitè una scelta eccellente per nutrire i capelli dalle radici alle punte. Può essere usato proprio come un balsamo naturale perché idrata i capelli secchi, ripara e riduce le doppie punte. Ottimo se applicato sui capelli come maschera pre-shampoo.

 

11. Lenisce le irritazioni del cuoio capelluto

 

Grazie alle sue qualità antinfiammatorie è un rimedio efficace per trattare il cuoio capelluto in caso di prurito o forfora. Fornisce sollievo alla cute senza ostruire i pori.

 

Quale burro di karité scegliere?

 

Meglio scegliere burro di karité biologico spremuto a freddo che lascia intatte le sue caratteristiche e proprietà benefiche.

 

Sarebbe opportuno inoltre assicurarsi che il burro che acquistiamo provenga da una fonte affidabile o da una società che crede nell'etica, nel commercio equo e nel rispetto dell'ambiente.

 

Come conservare il burro di karitè

 

Il modo migliore per conservare il burro di karitè è in un ambiente fresco all'interno di un contenitore ermetico.

  

QUI PRODOTTI CON BURRO DI KARITE'

 

 

Per approfondire:

 

http://article.sciencepublishinggroup.com/pdf/10.11648.j.ajls.20140205.18.pdf

https://scialert.net/fulltext/?doi=jas.2019.480.486

http://digitalscholarship.tnstate.edu/cgi/viewcontent.cgi?article=1000&context=biology_students

 

Ultimi articoli del nostro blog